Minimalismo: tendenza passeggera, rivoluzione o stile di vita?
Pubblicato il Maggio 7, 2021
Minimalismo

È possibile possedere di meno, avendo di più? Il verbo “possedere” si riferisce infatti agli oggetti d’uso comune: l’appartamento, lo smartphone, l’automobile, libri, pentole, spazzolino da denti, quintalate di vestiti, soprammobili e fotografie. Il concetto di “avere” è più difficile da definire: tutti noi abbiamo del tempo a disposizione (non lo “possediamo”), abbiamo una famiglia, degli hobby, dei sogni, delle tendenze caratteriali e così via. A ben vedere, “possedere” e “avere” non sono sinonimi. Su questa semplice e illuminante riflessione, si basa il concetto di minimalismo: la disciplina che insegna come eliminare il superfluo e dedicare le nostre energie a quotidiane all’essenziale, a ciò che ha valore. Perché come scrisse lo scrittore e pilota Antoine de Saint-Exupéry: “la perfezione si ottiene non quando c’è nient’altro da aggiungere, bensì quando non c’è più nulla da togliere.”

“L’essenziale è minacciato senza sosta dall’insignificante.”

René Char

Minimalismo e dedizione all’essenziale: cosa significa?

minimalismo

Il minimalismo ha influenzato qualsiasi attività umana: il design, la letteratura, l’arte, il cinema, la musica e la vita quotidiana. In ogni caso, in questo articolo voglio concentrarmi esclusivamente sul minimalismo pratico, quello che può migliorare la tua vita giorno dopo giorno. Il concetto da tenere a mente è molto semplice: dedicare le tue energie a quello che conta realmente, spendendo il tempo che hai disposizione nelle attività che rendono la tua vita significativa. Questo ti permetterà di “tornare a respirare”, ovvero di vivere in modo più leggero e spontaneo. Se sei alla ricerca di idee per muovere i primi passi nel mondo del minimalismo, a tal proposito, ti consiglio di guardare il documentario Netflix “Minimalism: a documentary about the important thigs” e di leggere il libro di Fumio Sasaki Fai spazio nella tua vita: come trovare la felicità con l’arte dell’essenziale”.

“La maggior parte di ciò che diciamo e facciamo non è essenziale. Se puoi eliminarle, avrai più tempo e più tranquillità.

Chiediti in ogni momento: è necessario?”

Marco Aurelio

Minimalismo nella vita quotidiana: tutti i consigli da mettere in pratica

minimalismo

Il minimalismo non è dunque una tendenza, una moda passeggera. Il minimalismo è un’esigenza dell’essere umano. In un mondo sempre più frenetico, stressante e dedicato alla celebrazione di ciò che si ha (piuttosto che di ciò che si è), le semplici pratiche della vita quotidiana possono renderti padrone del tempo che hai a disposizione. Basta filosofeggiare, mettiamoci all’opera!

  • Applica il minimalismo al tuo guardaroba. Quanto tempo impieghi prima di scegliere l’outfit perfetto? Tanto, non è vero? E quante volti finisce per indossare sempre lo stesso maglione, abbinato al solito paio di jeans? Fai una cernita, chiudi i vestiti che non usi in uno scatolone (oppure dalli in beneficienza) e sposa la filosofia del less is more.
  • Riorganizza la tua abitazione. La creatività si sprigiona in ambienti luminosi, freschi e areati. L’arte del riordino – chiamata decluttering – è un ottimo modo per eliminare decine e decine di soprammobili che riempiono la tua casa, soffocandoti.

Minimalismo – Tutto quello che devi Sapere In Un Video!

Il minimalismo nelle relazioni: come gestirlo?

minimalismo

La sfera affettiva è estremamente delicata, non è vero? Eppure, il minimalismo ti suggerisce di ridurre le influenze negative e stressanti che piovono dal mondo esterno. Un collega ti annoia e si lamenta costantemente? Non sarà necessario bloccarlo su WhatsApp! Ti basterà ristabilire il giusto spazio personale. Solo così potrai rallentare il ritmo frenetico della tua esistenza e chiederti: “io cosa voglio davvero?”.

Minimalismo

Curioso di conoscere le altri mille sfaccettature del minimalismo? Gli articoli del nostro blog “So di non Sapere” sono la tua pillola quotidiana di buonumore, motivazione e crescita personale. Iscriviti anche tu alla nostra newsletter!

Ti aspetto, eh!

Ale firma

Ale

Curioso, scrittore, viaggiatore ed avido lettore di cose interessanti. Negli ultimi dieci anni ha sperimentato come imparare e pensare meglio. Non promette di avere tutte le risposte, solo un punto di partenza.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *