Quando un narcisista si arrende? Una guida contro il love bombing
Pubblicato il Agosto 15, 2022
Quando un narcisista si arrende

Quando un narcisista si arrende? E soprattutto, come riuscire nell’impresa titanica? Avere a che fare con un partner innamorato di sé non è affatto facile, ma il primo passo è riconoscere le sue tendenze manipolatorie e neutralizzarle con quale tecnica ad hoc. In quest’articolo voglio suggerirti delle strategie di self-defense mediante cui preservare la tua autostima e la fiducia che nutri nelle tue capacità.

Insomma, se nella tua vita si aggira un discendente di Narciso, il famoso personaggio della mitologia ellenica, è forse il caso di leggere la mia breve guida relazionale dall’inizio alla fine. E per approfondire questo tema, metti le mani su Come fare un matrimonio felice che dura tutta la vita di Giulio Cesare Giacobbe: un manuale irriverente e ricco di spunti di riflessione adatto anche a chi non ha alcuna intenzione di scambiarsi le promesse nuziali!

È tempo di scoprire quando un narcisista si arrende (per davvero).

Quando un narcisista si arrende – Come riconoscere un predatore emotivo?

Ama parlare di sé, vuole piacere a tutti (e a tutti i costi), giudica spesso i propri interlocutori e ha un interesse estremamente basso nei riguardi di persone, hobby e attività professionali: è questo l’identikit del perfetto narcisista patologico; un individuo che fa della manipolazione mentale il proprio asso nella manica.

Se dovessimo descriverlo in poche frasi, lo inseriremmo nella categoria di quelle persone subdole bugiarde e piene di sé. L’innato egoismo dei narcisisti patologici li spinge a ricercare consensi e approvazioni anche a costo di «calpestare i piedi» ad amici di lunga data.

Adulatori per eccellenza, soprattutto nelle prime fasi della frequentazione, non sono mai alla ricerca di passione e di un po’ di romanticismo. Nient’affatto. Preferiscono circondarsi di persone insicure e dalla scarsa autostima, così da primeggiare su di loro in maniera tirannica. Proprio come un predatore fa con la preda, così il narcisista in amore brama la cieca ubbidienza dalla sua «dolce metà» – o che dir si voglia. Sembra dunque difficile comprendere quando un narcisista si arrende e scelga di mollare la presa sulla propria vittima.

Quando un narcisista si arrende alla pratica del love bombing?

Quando un narcisista si arrende

Ho una buona notizia da darti: i narcisisti patologici sono dei gran copioni; si servono (quasi) sempre di analoghe strategie manipolatorie al fine di emergere nella coppia e di controllare il partner nelle fasi della relazione.

Innanzitutto, dal loro punto di vista non può – anzi, non deve – esistere nessuna manifestazione d’affetto o d’amore nei confronti degli altri. Il narcisista rabbrividisce alla sola idea di aver bisogno di qualcuno. Di conseguenza, se la tua dolce metà è fredda, distaccata e apparentemente immune al romanticismo, cerca di capire se la sua è una rispettabile attitudine caratteriale oppure una paura di amare/essere amato.

Dopotutto, quando un narcisista si arrende è perché sai di aver trovato pane per i suoi denti, qualcuno in grado di tenergli testa.

Un esempio?

Quando un narcisista si arrende

Nelle prime fasi di una relazione, il narcisista è solito bombardare l’interlocutore di complimenti, attenzioni e galanterie degne di un Re – salvo poi abbandonare l’oggetto della sua passione in un momento più avanzato della relazione.

Tra le frasi che dovrebbero metterti in allerta spiccano: «Ti controllo perché sono preoccupato/a per te», «Voglio passare tutto il tempo che mi resta con te», «Siamo destinati a stare insieme, tu e io», «Non ho mai incontrato nessuno come te» o ancora «Credo di essermi innamorato di te». Queste espressioni, considerate sane in una coppia consolidata, vengono pronunciate dal narcisista patologico fin da subito nella speranza di manipolare la vittima, ingannarla in modo subdolo e magari isolarla dal proprio gruppo di amici. Fai attenzione alle false promesse!

Come difendersi dal gaslighting quando un narcisista si arrende

Quando un narcisista si arrende

Il gaslighting è una tecnica di manipolazione mentale dannatamente efficace. Ha il potere di destabilizzare l’autostima dell’interlocutore. L’obiettivo del narcisista patologico consiste nel far leva sulle debolezze caratteriali e sulle paure traumatiche del partner, in modo tale che lui/lei cominci a dubitare delle proprie opinioni personali e del proprio mondo interiore.

L’obiettivo è chiaro: ottenere il pieno controllo sull’altro individuo, costi quel che costi.

Quando un narcisista si arrende e abbandona la pratica del gaslighting? Innanzitutto, quando il partner ripaga il Narciso con la sua stessa moneta. Lo strumento anti-manipolazione numero 1 è infatti l’indifferenza, l’indipendenza emotiva.

Rispondere con un’alzata di spalle alle provocazioni della controparte – o non rispondere proprio – metterà in seria difficoltà il manipolatore seriale.

In alternativa, esci dalla relazione tossica assentandoti senza preavviso. Stacca il telefono, goditi rilassanti momenti di solitudine a tu per tu con la natura e rifletti su te stesso/a e sulle domande esistenziali che ti frullano per la testa. In questo modo, riuscirai a destabilizzare la tecnica manipolatoria del tuo carnefice. Giorno dopo giorno, comincerai a capire quando un narcisista si arrende (o è sul punto di farlo).

Come lasciare il partner quando il narcisista si arrende?

Quando un narcisista si arrende

Dopo aver fatto a pezzi le strategie manipolatorie del tuo Narciso, ricorda di preservare la tua identità anche nelle fasi di rottura. Inutile negarlo: un amore finito è sempre doloroso, anche quando un narcisista si arrende e decide di lasciarti (finalmente) in pace. Per questo motivo, ti suggerisco di intraprendere un percorso di valorizzazione di te stesso/a che ti spinga ad ammettere le fragilità della tua relazione tossica, fino a chiuderla definitivamente.

Può esserti d’aiuto metterti nelle mani di un terapeuta o di un mental coach online a cui rivolgerti nei momenti di spaesamento. Molto spesso, anche gli amici di lunga data e i familiari sono preziosissime risorse di benessere individuale. Non farti sopraffare dalla paura della perdita e dal timore di restare solo. L’amore vero arriverà (ma con un po’ di pazienza).

Infine..

Quando un narcisista si arrende

E ricorda, il cambiamento interiore è sempre la strada vincente.

Per saperne di più, iscriviti alla newsletter di So di Non Sapere e raccontami, con un commento qui sotto, le tue turbolente esperienze relazionali.  

In conclusione, per rispondere alla domanda “Quando un narcisista si arrende?”: quando incontra un partner che ha trasformato le debolezze caratteriali nei suoi migliori punti di forza.

Non smettere mai di migliorarti.

Ale firma

Ale

Curioso, scrittore, viaggiatore ed avido lettore di cose interessanti. Negli ultimi dieci anni ha sperimentato come imparare e pensare meglio. Non promette di avere tutte le risposte, solo un punto di partenza.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.